Skip to content

I lavori di Marzo – la primavera non aspetta: trucchi per anticipare le semine

Questo mese coincide con l’inizio della primavera, ma non sempre questa si mostra subito, anzi. Ma se “Marzo è pazzo” come recita il detto, noi dobbiamo essere il più possibile assennati e dosare le semine.

E’ necessario non farci prendere dall’entusiasmo perché sono possibili ritorni di gelo che potrebbero bruciare le giovani pianticelle. Fastidioso anche il freddo, il cui effetto è quello di bloccare le piante, col risultato di ottenere risultati migliori con le semine di giugno che con quelle anticipate a Marzo.

D’altra parte ogni semina ha un periodo limitato nel tempo, quindi bisogna organizzarsi.  Al sud o sulle zone costiere con particolari microclimi è possibile anticipare in piena terra le semine di zucca, zucchina, cetriolo, melone, preferibilmente proteggendole con un tunnel.  Queste piante sono anche quelle che soffrono maggiormente il trapianto, per cui sconsiglio di seminarle in semenzaio. E’ vero che trapiantando le piantine già grandi si risparmia qualche giorno, ma è uno scarso vantaggio. Si ottengono risultati migliori con la semina in pieno campo, quindi conviene attendere ancora un po’ e magari intanto procurarsi il necessario per creare un piccolo tunnel. serra

Si possono usare archetti di ferro fatti appositamente, oppure recuperare dei tondini e piegarli o, in alternativa, usare pezzi di tubi semirigidi, tagliandoli tutti alla stessa dimensione e utilizzandoli come archi. Il telo da serra viene venduto al metro nei negozi di giardinaggio e in alcune ferramenta, ma in emergenza potete utilizzare le custodie trasparenti della lavanderia. Mantengono meno il calore, ma se avete un po’ di concime da posizionare all’interno dei vostri tunnel d’emergenza, potreste supplire al calore disperso. In questo caso le strutture per bloccarli dovranno essere più piccole, potreste usare quindi delle cassette, o delle capannette sostenute da canne.

Un altro trucco per anticipare le semine delle cucurbitacee è utilizzare le bottiglie di plastica tagliate in tre parti. La parte centrale è inutilizzabile e va conferita con la plastica. Le estremità possono essere utilizzare come mini serra. La soluzione è applicabile solo se non abitate in una zona particolarmente ventosa.

In semenzaio protetto e in serra proseguono le semine di pomodori, peperoni, peperoncini, melanzane, basilico. Si possono seminare anche fiori, dando particolare spazio a quelli che ci saranno poi utili nell’orto come consociazione (come il tagete) o perché buoni da mangiare, come il nasturzio.

Per tutti è possibile seminare in pieno campo insalate, radicchi, cicorie, spinaci, rucola. 

Per chi ha in campo i carciofi è ancora possibile procedere alla scarducciatura; per chi ha la mano a questo lavoro, è sufficiente afferrare le piantine di carciofo nate alla base della madre e con un gesto deciso, tirarle via. Se non si ha la manualità o l’esperienza necessaria ad asportarle con una parte di radice, meglio procedere così: con un coltello ben affilato affondate nel terreno, tagliando una porzione della base insieme alla pianta. Ripiantandole subito, si avrà una nuova carciofaia produttiva già dal prossimo anno a costo zero. Se qualche pianta viene via senza radice, non buttatela. Potete portarla in cucina e cuocerla come i cardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2.325 commenti su “I lavori di Marzo – la primavera non aspetta: trucchi per anticipare le semine”